Lavorazione

La lavorazione del vetro di Murano. Dal "cotisso" ai prodotti finiti

Lavorazione

Fin dai tempi antichi la lavorazione del vetro veniva utilizzata per fabbricare utensili, ma presto durante il dominio romano i maestri vetrai veneziani estesero l’uso del vetro anche per fabbricare monili ed ornamenti.
Questa tradizione oggi si è evoluta ulteriormente ed i maestri veneziani, lavorando semplici bacchette di vetro, ne ricavano splendide perle; con la loro arte e la loro inventiva creano collane, anelli, bracciali, pendenti, orecchini e quant’altro le mode attuali richiedono.

Le perle si producono ancora con sistemi antichi, cioè con il fuoco, portando il vetro a temperature molto elevate; con speciali cannelli a fiamma pilotata il vetro inizia a prendere forma e colore con inserti di ogni tipo (vetro colorato, oro, argento, etc.): si creano così le perle per confezionare i prodotti.
Tali prodotti vengono oggi inseriti nelle testate di alta moda, così come nei vari negozi del centro storico di Venezia vengono venduti.

Con i segreti tramandati dalle precedenti generazioni si effettuano veri e propri gioielli con il vetro… e pensare che tutto è nato da una soluzione naturale avvenuta per caso durante un incendio; la sabbia, raggiunta una temperatura superiore ai 1000 gradi, centigradi cristallizzò e con aggiunta di altre sostanze mescolatesi casualmente si ottenne il primo blocco di vetro che oggi in gergo si chiama “cotisso”. Da questo materiale fu scoperto che riportandolo nuovamente in temperatura lo si poteva lavorare ricavandone così le bacchette che ancora oggi si utilizzano per decorazioni su sculture e specchi ed anche per le molto apprezzate perle.

Perle

Una leggenda dell’inizio 900 narra che un frate chiuso nella sua cella con il calore di una semplice candela, durante una lunga meditazione, mise al centro della fiamma un pezzo di vetro il quale, dopo un interminabile tempo, cominciò a liquefarsi creando così la prima sfera che inevitabilmente cadendo a terra si deformò.
Oggi per evitare questo le perle vengono prodotte su un filo di rame. Leggende ce ne sono molte… quale sarà quella vera?